Ultima modifica: 1 Febbraio 2021

Circ. n. 103/2021- Nuova valutazione Scuola Primaria

Trapani, 30/01/2021

Circ. n. 103/2021                                

Ai Genitori della Scuola Primaria

a tutti i docenti scuola primaria

pc. a tutti i docenti

al sito web

OGGETTO: Nuova valutazione Scuola Primaria

Il decreto legge 22/2020 ha disposto che la valutazione finale degli apprendimenti degli alunni della scuola primaria per ciascuna disciplina di studio venga espressa attraverso un giudizio descrittivo, riportato nel documento di valutazione, secondo termini e modalità definiti dall’Ordinanza del Ministero dell’istruzione trasmessa con nota n. 2158 del 4.12.2020.

La recente normativa ha infatti individuato un impianto valutativo che supera il voto numerico e introduce il giudizio descrittivo per ciascuna delle discipline previste dalle Indicazioni nazionali per il curricolo, Educazione civica compresa.

In sede di Collegio dei Docenti, in ottemperanza a quanto stabilito dalla nota suindicata viene deliberato il documento per la valutazione periodica e finale della scuola primaria.

In questo documento i giudizi descrittivi delle discipline sono sintetizzati attraverso quattro livelli di apprendimento:

  • In via di prima acquisizione
  • Base
  • Intermedio  
  • Avanzato

e sono elaborati sulla base dei relativi descrittori.

Per quanto concerne la valutazione delle alunne e degli alunni con disabilità certificati o BES essa è espressa con i medesimi giudizi sintetici descrittivi (In via di prima acquisizione – Base – Intermedio – Avanzato) in coerenza con gli obiettivi individuate nel PEI e con quanto predisposto nel PDP.

Il Documento di valutazione, secondo quanto previsto dalla normativa vigente, è aggiornato già a partire dal I quadrimestre e conterrà per ogni disciplina:

• il nucleo tematico di riferimento

• gli obiettivi di apprendimento

il livello raggiunto

• descrittori di livello

La formulazione del documento di valutazione sarà pertanto diversa dagli scorsi anni e sarà personalizzata sulla base degli obiettivi di apprendimento, oggetto di valutazione, desunti da quelli ritenuti più rappresentativi per ogni disciplina.

Il documento di valutazione oltre agli elementi di cui sopra conterrà, come di consueto, la descrizione del processo e del livello globale di sviluppo degli apprendimenti, la valutazione del comportamento e dell’insegnamento della religione cattolica o dell’attività alternativa che restano quindi invariati.

La restituzione agli alunni e ai genitori della scheda di valutazione avverrà tramite registro elettronico in uso alla scuola.

Infine per quanto concerne le valutazioni in itinere la stessa nota di trasmissione anzidetta specifica che “le loro modalità pratiche restano affidate agli insegnanti perché esse, e le relative prove, sono, per così dire, una parte del processo quotidiano di raccolta degli elementi che conducono alle valutazioni periodiche e finali. Sono “appunti di viaggio”, per gli insegnanti, gli alunni, i genitori, che danno conto innanzitutto del progresso negli apprendimenti, ma che consentono, altresì, agli stessi insegnanti di rimodulare la propria attività e di progettare i momenti di individualizzazione e personalizzazione che sono strumenti preposti al successo formativo delle classi a loro affidate”.

Resta inteso che il collegio potrà aggiornare la delibera suindicata per la modalità di valutazione in itinere e che il Dirigente scolastico e/o i docenti appositamente individuati che hanno elaborato la proposta per dipartimenti e Collegio dei docenti, sono disponibili per qualsiasi esigenza di chiarimento da parte delle Famiglie.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

f.to    Dott.ssa Anna Maria Sacco

Firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. n. 39/1993